La percezione della musica diffusa nel mondo del retail

La percezione della musica diffusa nel mondo del retail

by Rubrasonic on 23-11-2016

La collecting britannica PPL spiega in numeri il gradimento tra i clienti della diffusione di musica all’interno degli esercizi commerciali. La musica diffusa all’interno dei negozi, può avere numerosi benefici sull’attività: dal rendere lo staff più rilassato e disponibile verso i clienti, a incoraggiare gli stessi a trascorrere molto più tempo all’interno dei negozi, effettuando molti più acquisti. Il solo atto di diffondere o meno musica, può essere decisivo per la scelta, da parte dei potenziali clienti, di un negozio piuttosto che un altro. A sostegno di questa teoria, il portale di ricerche statistiche di PPL, fornisce dei numeri molto chiari sulla percezione, da parte dei consumatori, della musica all’interno dei negozi. Ecco i numeri: Su di un campione di 2000 consumatori inglesi: Il 90% è molto più propenso a consigliare negozi in cui viene diffusa musica. Il 60% trascorrerebbe molto più tempo in un negozio che diffonde musica. Il 61% crede che la diffusione di musica all’interno dei negozi aumenti la produttività dei commessi. Il 90% dei consumatori intervistati sceglierebbe un negozio che diffonde musica rispetto a un negozio che non ne diffonde. Il 77% dei crede che la musica sia un fattore importante nel creare la giusta atmosfera all’interno dei negozi. Il 55% sarebbe più propenso a ritornare in un negozio che diffonde musica a loro gradita e di qualità. (fonte: scf_italia – ppl_uk)